jump to navigation

Vaccino anti A-H1N1. Pensieri e parole. ottobre 19, 2009

Posted by occhioalgolf in Controlli sanitari, Sanità.
trackback

Circa 15 giorni fa nel telegiornale delle 20 il Vice Ministro della Salute Fazio ha detto che il vaccino non lo farà.

Ieri sera nel telegiornale delle 20 il più illustre farmacologo italiano, Garattini, ha detto che il vaccino non lo farà.

Stasera nel telegiornale delle 20 Fazio ha detto che la spesa statale per l’acquisto di dosi del vaccino dalla Novartis sarà inferiore agli altri paesi.

Nessuno ha spiegato perchè non lo farà. Mi sono informato e vi spiego ciò che penso.

Le decisioni politiche circa il modo di affrontare una pandemia influenzale si basano su giudizi relativi al comportamento del virus, all’impatto della malattia ed alla capacità di modificare il suo corso. Ma il virus è capriccioso, la malattia sfuggente, ed i rimedi imperfetti. L’efficacia dei vaccini influenzali può variare di anno in anno in relazione a numerosi fattori e può differire a seconda che si tratti di vaccini inattivi e vaccini da antigeni. Ciò giustifica le attuali indecisioni e contraddizioni del mondo scientifico sui vaccini da usare, sulle dosi di somministrazione e sui rischi degli adiuvanti. E’ ovvio che la dose unica fa risparmiare vaccino ma non si è attualmente sicuri sulla durata immunogenetica. Altro metodo per risparmiare vaccino è potenziare la risposta con l’aggiunta di adiuvanti come l’allumio e lo squalene.

In Italia il vaccino comprende allumino e squalene, mentre negli Stati Uniti non conterrà adiuvanti.

L’inoculazione dell’adiuvante è una via d’ingresso anomala, che può indurre il sistema immunitario ad attaccare anche lo squalene endogeno, inclusi i luoghi dove è vitale per il sistema nervoso e delle sierose.

I veterani della Guerra del Golfo che hanno contratto la sindrome che porta questo nome (Gul War Syndrome: GWS) ricevettero vaccini all’antrace che contenevano squalene; da allora questa sostanza è stata collegata alle malattie autoimmuni di cui molti soffrono.

Come mai in Italia sono presenti questi adiuvanti?

Come mai sia Fazio che Garattini, massimi esperti del settore, non useranno il vaccino?

Forse queste due domande bisogna porsi. Non pensando, ad esempio, che il vaccino verrà dato in modo completamente gratuito dallo Stato.

Forse bisognerebbe ammettere che la stragrande maggioranza di coloro che contrarranno l’influenza la vincerà senza complicazioni. E’ previsto che solo lo 0,2% della popolazione potrà avere complicazioni serie come qualunque altra influenza annuale.

Questi sono i pensieri. Credo che la popolazione debba sapere e, insieme al medico di fiducia, debba decidere se sottoporsi a vaccinazione senza che, parole ingiustificate, influenzino la scelta in un senso o nell’altro.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: