jump to navigation

La nuova sanità americana. marzo 22, 2010

Posted by occhioalgolf in Obamacare.
trackback

“Obamacare” è nata.

“Vi sono momenti che offrono la possibilità di far diventare realtà i sogni e le speranze che avevate su voi stessi e sul vostro paese: questo è uno di quei momenti”.

La riforma di Obama non garantirà la copertura sanitaria a tutti gli americani e non introdurrà la mutua, ovvero l’assistenza pubblica, così come la conosciamo in Europa ma consentirà a circa 32 milioni di americani dei 40 o 50 milioni che non hanno alcuna forma di assistenza medica, di stipulare un’assicurazione privata con un sistema di aiuti pubblici. La legge costerà circa 940 miliardi di dollari nei prossimi dieci anni e consentirà di tagliare il deficit federale di oltre 138 miliardi nel primo decennio che saliranno a oltre 1.300 miliardi nel decennio successivo.

Ecco i suoi punti qualificanti. – Riceveranno sussidi federali per l’acquisto di una polizza le famiglie di quattro persone che guadagnano 88.000 dollari all’anno. – Verrà creata una ‘borsa’ delle assicurazioni per agevolare le piccole imprese a garantire la mutua ai dipendenti e i lavoratori autonomi a acquistare l’assicurazione più a buon mercato. Sono esclusi dall’accesso alla ‘borsa’ gli immigrati illegali. – Le mutue non potranno negare la polizza ai malati cronici o a chi chiede di assicurarsi avendo condizioni di salute preesistenti. Sarà vietato togliere la mutua a chi si ammala o far pagare di più sulla base della storia medica di una persona. – Giovani: le mutue dovranno includere i figli fino a 26 anni nell’assicurazione dei genitori. – Anziani: entro 2020 verrà chiuso il cosiddetto ‘buco della ciambella’ nella copertura delle medicine per i beneficiari di Medicare.

Attualmente la legge prevede che Medicare smetta di pagare dopo che il beneficiario ha acquistato farmaci per 2.830 dollari e riprende a pagare superate 4.550 dollari di spese a proprio carico. – Tassa Cadillac: a partire del 2018 verrà imposta una tassa del 40 per cento sulle assicurazioni che offrono piani valutati oltre i 10.200 dollari per individuo e 27.500 dollari per famiglia. – Obbligo di assicurazione: scatterà nel 2016 con una multa pari a 695 dollari o il 2,5 per cento del reddito. Sono immuni dalla multa gli americani più poveri.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: