jump to navigation

Ringraziamenti. maggio 11, 2010

Posted by occhioalgolf in Alberto Nerazzini, Ci sarà un futuro?, Controlli sanitari, Francesco Bertaccini, La prestazione, Milena Gabanelli, Report, sanitasana.
trackback

Dopo la mia intervista a Report ho avuto molte manifestazioni di incoraggiamento, stima ed affetto. Ringrazio tutti con la convinzione di non voler mollare e di cercare in tutti i modi di far applicare un metodo che potrebbe far cambiare il rapporto medico-paziente-istituzioni.

Un ringraziamento particolare alla dottoressa Gabanelli ed al dottor Nerazzini che mi hanno permesso di diffondere, in una trasmissione così apprezzata (vedi intervista ad Al Gore), la mia idea.

Questa mail che allego è la speranza per il futuro:

Mi chiamo Francesco Bertaccini, laureato in ingegneria aerospaziale. Due domeniche fa ho visto la puntata di Report sul sistema sanità e il suo intervento mi ha particolarmente colpito. L’argomento della mia tesi di laurea è stato il “safety management system” cioè un approccio alla sicurezza del volo a livello organizzativo aziendale, proseguendo a livello nazionale e sovranazionale. Questo serve per avere una chiara immagine di quanto stia succedendo intorno a noi, poter condividere le statistiche creando così standard operativi che incrementino la sicurezza (intesa come protezione della persona) a beneficio dei molti. Attualmente metto in pratica questi principi ogni giorno in compagnia aerea dove svolgo analisi di eventi e monitoraggio dei dati di volo. Per questi motivi il suo intervento mi è parso particolarmente interessante. Il campo medico ha molte affinità con quello aeronautico in primis dal punto di vista del rischio insito nella professione. Mi ha colpito particolarmente la sua analisi sugli interventi che ha compiuto negli anni precedenti per scopi diversi da quelli assicurativi o economici ma per avere un proprio punto di riferimento. I risultati sono stati estremamente interessanti (grazie alla sua preparazione professionale nel campo in cui opera) concordo però con lei che manchi un termine di paragone: se lo avesse sarebbe immediato capire quali siano i punti critici e poterli risolvere. In campo aeronautico, così come in quello petrolifero (anche se gli esempi di questi giorni farebbero pensare il contrario) e nelle centrali nucleari, da molti anni si opera in questo senso per conoscere, evitare o ridurre il rischio. Probabilmente se lei non fosse il solo ma si instaurasse una rete (con o senza il supporto delle istituzioni) creando standard per operare e scambiando i dati (che non possono violare in alcun modo la privacy dato che sono numeri) ci si troverebbe, forse, inizialmente a dover fare i conti con dati non proprio ottimali ma via via che il tempo passa i benefici si otterrebbero dando anche più fiducia al paziente nel suo medico. Spero che lei voglia continuare la sua opera sia da un lato per un suo followup personale sul suo modo di operare sia per provare a scardinare un sistema che si trincera dietro una presunta privacy e il completo disinteresse delle istituzioni dato che non porta un guadagno immediato e tangibile. Se nel suo operato avesse bisogno di un supporto o di una collaborazione per condividere esperienza in materia di “safety” e “qualità” sarò ben felice di poterla aiutare (francesco.bertaccini@gmail.com).

Solo le idee possono portare ad un nuovo e migliore futuro. Non perdiamoci di vista.

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: